Quaresima 2019, le iniziative della Diocesi

Ricco e articolato, anche quest’anno, il programma per la Quaresima. Illuminato dal titolo della nuova lettera pastorale del vescovo Luigi Renna – Verso la Pasqua: dalla sterilità del cuore a una vita nuova – il cammino verso la Pasqua prevede nelle tre vicarie, oltre alla stazione quaresimale che si terrà ad Ascoli Satriano, giovedì, 7 marzo, ore 18,30, chiesa dell’Incoronata; Cerignola, 8 marzo, ore 19, chiesa di San Domenico; Orta Nova, sabato, 9 marzo, ore 19 chiesa della B.V.M. di Lourdes, appuntamenti tesi ad approfondire argomenti comunitari.

Sarà il vescovo Renna a illustrare i contenuti del suo più recente indirizzo pastorale martedì, 12 marzo, dalle ore 20, nella chiesa dello Spirito Santo a Cerignola; mercoledì, 13 marzo, nella Concattedrale ad Ascoli Satriano, alle ore 19; giovedì, 14 marzo, nella chiesa della B.V.M. Addolorata ad Orta Nova, dalle ore 19,30.

Don Marco Pozza, cappellano nel carcere «Due Palazzi» di Padova, con la relazione su Dentro il Padre nostro. Riscoprire Dio nella ferialità, interverrà a Cerignola (martedì, 19 marzo, chiesa dello Spirito Santo, ore 20), ad Ascoli Satriano (mercoledì, 20 marzo, Concattedrale, ore 19) e ad Orta Nova (giovedì, 21 marzo, chiesa della B.V.M. Addolorata, ore 19,30), mentre il teologo don Luigi Maria Epicoco approfondirà il tema In ognuno di noi c’è un figlio. In ognuno di noi c’è un padre, martedì, 26 marzo a Cerignola (chiesa dello Spirito Santo, ore 20); mercoledì, 27 marzo ad Ascoli Satriano (Concattedrale, ore 19); giovedì, 28 marzo ad Orta Nova (chiesa della B.V.M. Addolorata, ore 19.30).

L’iniziativa 24 ore per il Signore si terrà il 29 marzo, con adorazione eucaristica e confessioni, dalle ore 7 alle ore 24, nella chiesa del SS. Crocifisso (convento) a Cerignola. Venerdì, 12 aprile, dalle ore 20, Via Crucis dei giovani ad Ascoli Satriano, dalla Concattedrale alla chiesa dell’Incoronata, quindi confessioni fino alle ore 24.

Torna, inoltre, anche l’ormai familiare “salvadanaio” per la Quaresima di Carità, il cui ricavato, quest’anno, sarà donato alla Confraternita Misericordia di Orta Nova per sostenere il Progetto Casa della Provvidenza che, mediante l’acquisto di un prefabbricato, si propone di realizzare, tra l’altro, un refettorio per la consumazione del cibo in avanzo donato da esercizi commerciali alla chiusura serale. L’iniziativa presenta un risvolto pedagogico importante per il contrasto allo spreco alimentare, che vede impegnata Caritas Italiana e che deve essere sentito e affrontato anche nelle nostre comunità. Problema rilevante, tanto che Fondazione Banco Alimentare e Caritas Italiana hanno realizzato e presentato lo scorso anno un Manuale per corrette prassi operative per le organizzazioni caritative, primo in Italia per rispondere a due precise esigenze: garantire la sicurezza degli alimenti per gli indigenti e incentivare i donatori a recuperare alimenti, riducendo gli sprechi.

Condividi e seguici
RSS
Seguimi Email
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
YouTube
Instagram