Don Antonio Palladino torna nella chiesa di San Domenico

107

“Carissimi fedeli, con grande gioia vi annuncio che il prossimo 15 maggio i resti mortali del Venerabile Don Antonio Palladino verranno traslati dalla cappella della Pia Opera del Buon Consiglio alla Parrocchia di San Domenico”. Così il vescovo Luigi Renna ha annunciato alla comunità diocesana la volontà unanime tra Vescovo e Congregazione delle Suore Domenicane del Santissimo Sacramento di traslare i resti mortali del Venerabile dall’attuale collocazione nella Pia Opera del Buon Consiglio alla chiesa di San Domenico, dove tra il 1909 e il 1926 fu primo parroco: fra quelle mura, don Antonio tradusse in atti concreti il suo amore per Cristo e per i poveri.

Tante furono le iniziative, sia pastorali che sociali, che don Palladino mise in atto per arginare la miseria, non solo economica, del suo “popolo” attraverso il suo carisma che gli permise, già da allora, di guadagnarsi la fama di “prete santo”. Come ricorda il Postulatore della Causa di Beatificazione, padre Francesco Ricci op: subito dopo la sua morte, il 15 maggio 1926, il vescovo Giovanni Sodo, grande estimatore del Palladino, invitò i fedeli a fargli pervenire documenti, scritti, testimonianze al fine di poter stilare una biografia.

Ricco il programma per il triduo in preparazione alla traslazione. Sabato, 11 maggio 2019, alle ore 19, nella cappella della Pia Opera Buon Consiglio, ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta da don Pasquale Ieva, parroco della chiesa di Santa Barbara Vergine e Martire. Al termine, processione verso la chiesa di San Domenico, dove sarà celebrato il vespro, presieduto da don Giuseppe Ciarciello, amministratore parrocchiale. Domenica, 12 maggio 2019, ore 19,30, santa messa presieduta da padre Francesco Ricci op. Lunedì, 13 maggio 2019, ore 19, santa messa presieduta da mons. Carmine Ladogana, vice postulatore. Martedì, 14 maggio 2019, ore 19, santa messa presieduta da Sua Ecc. Mons. Felice di Molfetta, vescovo emerito di Cerignola-Ascoli Satriano. Mercoledì, 15 maggio 2019, alle ore 19, solenne celebrazione eucaristica presieduta da Sua Ecc. Mons. Luigi Renna, vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano, e concelebrata da tutti i presbiteri, con la partecipazione dei Sindaci delle Città di Cerignola, Ascoli Satriano e Orta Nova, centri nei quali operano istituti della Congregazione delle Suore Domenicane del Santissimo Sacramento. Al termine della celebrazione, collocazione delle ossa del Palladino nel sarcofago predisposto in chiesa.

L’iniziativa realizza un vero auspicio: ravvivare, specie tra i giovani, il messaggio del Palladino che fece della sua vita una missione, proprio come scrive papa Francesco nella Esortazione Apostolica Gaudete et Esultate: “non è che la vita abbia una missione, la vita è missione”.