Due eventi nel terzo anniversario del Cav “Titina Cioffi”

0
56

Pezzano: “Dalla sua memoria traiamo la forza e la volontà di prevenire altri femminicidi”

Sei anni fa la vita di Annunziata Cioffi veniva stroncata violentemente dal marito. Un’altra donna, un’altra vittima di femminicidio della quale, però, si mantiene viva la memoria e nel nome della quale si offrono servizi alle altre, potenziali vittime.

Ciò avviene grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale di Cerignola, l’Ambito Territoriale, la cooperativa “F. Aporti” e l’associazione “Fiori di Loto” che gestiscono il Centro Anti Violenza ‘Titina Cioffi’ attivo da 3 anni presso l’ex ospedale Tommaso Russo.

E domani e domenica si celebrerà la nascita della struttura con due iniziative: venerdì, a partire dalle 17.30, l’open day per favorire la conoscenza del centro e dei servizi offerti; domenica, dalle 10.45, la biciclettata per dire NO ala violenza di genere che partirà e si concluderà in piazza Duomo dopo aver compiuto un ampio percorso.
Le attività saranno introdotte dai saluti istituzionali del vice sindaco Rino Pezzano, della coordinatrice del CAV Francesca Cafarella e dalla presidente dell’associazione Fiori di Loto Maria Pia Gisario.

Preservare la memoria di Titina Cioffi ha senso solo se siamo capaci di trarne la forza e la volontà di operare affinchè altre donne non subiscano la stessa, atroce violenza – commenta l’assessore alle Politiche sociali Rino Pezzano – Questo è lo spirito che anima il CAV e questa la motivazione profonda che spinge gli operatori a impegnarsi a fondo nell’accoglienza e l’ascolto delle vittime, anche solo potenziali, e nelle attività di formazione rivolte a chi la violenza potrebbe subirla e agirla.
Prevenire la violenza è altrettanto se non più importante che curarne gli effetti. Solo diffondendo la maggiore consapevolezza della imprescindibilità del rispetto delle donne – conclude Pezzano – potremo evitare di trovarci a dover piangere un’altra vittima
“.