Un ulteriore risposta della Polizia ai fatti delittuosi avvenuti in Capitanata

0
122

Dopo i recenti fatti criminosi verificatisi a Foggia e Provincia, la Questura di Foggia ha emesso diverse misure di prevenzione personali a carico di soggetti ritenuti socialmente pericolosi. Si tratta di una ulteriore risposta che le Forze di Polizia hanno dato, dopo le perquisizioni e gli arresti dell’operazione “Alto Impatto” portata a compimento la mattina dell’Epifania.

In particolare, sono stati emessi ben 15 avvisi orali, di cui 4 aggravati, a carico di altrettanti malavitosi residenti a Foggia ed in altri Comuni della Provincia.

L’avviso orale è una misura di prevenzione personale, espressamente prevista dal Codice Antimafia, che si applica nei riguardi di coloro che sono abitualmente dediti a traffici delittuosi ovvero che vivono abitualmente, anche in parte, con i proventi di attività delittuose nonché per coloro che sono dediti alla commissione di reati che offendono o mettono in pericolo la sicurezza pubblica.

Il destinatario del provvedimento viene invitato a tenere una condotta conforme alla legge e, nei casi più gravi, gli viene imposto il divieto di possedere o utilizzare armi, incluse quelle giocattolo, automezzi blindati, giubbotti antiproiettile, spray urticanti, prodotti pirotecnici, sostanze infiammabili nonché apparati radiotrasmittenti e programmi informatici di captazione di conversazioni e messaggi.

Le persone sottoposte quest’oggi ad avviso orale dalla Questura di Foggia sono solite accompagnarsi ad altri pregiudicati ed annoverano, a seconda delle singole posizioni, denunzie per diversi reati quali spaccio di sostanze stupefacenti, porto illegale di armi, furto, ricettazione, estorsione, danneggiamento, lesioni personali, atti persecutori, minacce, evasione e resistenza a pubblico ufficiale.