Tra accoglienza ed integrazione la “Giornata Mondiale del Rifugiato” si racconta su facebook

0
103

Venerdì 19 giugno due appuntamenti promossi da Medtraining per far conoscere la realtà dei rifugiati

Due momenti per riflettere e per conoscere più da vicino il mondo dei rifugiati e dei titolari di protezione internazionale. Uno dedicato ai più piccoli, per avvicinarli attraverso una filastrocca e la creatività ai temi dell’intercultura e dell’incontro con gli altri; l’altro riservato ai più grandi, con l’idea di contribuire ad abbattere eventuali pregiudizi e razzismi nei confronti dei migranti. La cooperativa sociale Medtraining, ente gestore di diversi progetti SIPROIMI – Sistema di protezione per titolari di protezione internazionale e per minori stranieri non accompagnati – in provincia di Foggia, venerdì 19 giugno ha organizzato due appuntamenti in occasione della “Giornata Mondiale del Rifugiato”, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di oltre 70 milioni di rifugiati, richiedenti asilo e sfollati nel mondo che, costretti a fuggire da guerre e persecuzioni, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era la loro vita per cercare salvezza in un altro paese. 

Nel centenario Rodariano, dunque, sarà la filastrocca “Girotondo di tutto il mondo” di Gianni Rodari ad aprire venerdì 19 giugno, alle ore 11, sulla pagina facebook Medtraining gli eventi in programma. Milena Tancredi, Responsabile della Biblioteca dei Ragazzi della Biblioteca di Foggia “La Magna Capitana” attraverso un “Laboratorio” accompagnerà i più piccoli in un viaggio interculturale in giro per il mondo. Un viaggio che i bambini dovranno affrontare equipaggiati di matite, fogli bianchi e pennarelli doppi di vari colori.

Alle ore 17, invece, sempre sulla pagina facebook Medtraining si parlerà di “Accoglienza ed integrazione” attraverso il coinvolgimento diretto dei beneficiari, degli operatori e degli amministratori dei progetti SIPROIMI attivi nei comuni di Poggio Imperiale, Apricena, Candela, Orsara di Puglia, Rocchetta Sant’Antonio, Manfredonia. All’incontro prenderanno parte anche Kostas Moschochoritis, Segretario Generale di Intersos, e gli operatori del progetto “La Puglia non tratta”. Si tratta di un momento di condivisione, di scambio, di conoscenza per approfondire le storie e le tematiche legate ai rifugiati ed ai beneficiari di protezione internazionale, ed allo stesso tempo di un’occasione per promuovere l’importanza dei progetti SIPROIMI in termini di accoglienza, integrazione, apertura delle comunità.