Team multidisciplinare al Policlinico Riuniti di Foggia per il trattamento degli aneurismi cerebrali

0
61

Continua il processo di aggiornamento e crescita tecnologica e professionalepresso la Struttura Complessa di Neurochirurgia Ospedaliera, diretta dal Dott. Antonio Colamaria, che ha permesso il trattamento di patologie sempre più complesse. Oltre alla dotazione di microscopi di ultima generazione per il trattamento della patologia neurochirurgica e del neuronavigatore (un computer che guida il neurochirurgo durante l’intervento, consentendo di operare con maggior precisione e sicurezza), è stato creato presso il Policlinico Riuniti di Foggia unteam multidisciplinare che permette il trattamento della patologia vascolare cerebrale.

Gli aneurismi cerebrali sono malformazioni congenite o acquisitedelle pareti delle arterie del cervello che si manifestano nella maggior parte dei casi in seguito a una rottura, con conseguente emorragia subaracnoidea o cerebrale. Sempre più spesso,però, vengono diagnosticati grazie ai macchinari di neuroimaging in modo incidentale, talvolta a seguito di approfondimenti diagnostici eseguiti per altre patologie come cefalea, traumi cranici o patologie del distretto carotideo. Se l’aneurisma viene riscontrato prima della rottura, può essere sottoposto a trattamento, chirurgico o endovascolare, per prevenire una potenziale emorragia cerebrale.

Queste patologie mettono in serio pericolo la vita di chi ne è portatore e la rottura di una malformazione artero-venosa è un evento devastante per il paziente – spiega il Direttore della Struttura Complessa di Neurochirurgia Dott. Antonio ColamariaIl successo nel trattamento delle malformazioni del circolo cerebrale risiede soprattutto nel lavoro di squadra nel quale ciascuna professionalità coinvolta svolge un ruolo fondamentale. LaNeurochirurgia, tuttavia, rivesteancora un ruolo centrale nella gestione di questi pazienti, in quanto non solo permette di trattare i casi che non possono avvalersi del trattamento endovascolare, ma gestisce anche le complicanze eventualmente associate”.

Il paziente riceve presso il Pronto Soccorso le prime e fondamentali cure che porteranno a una rapida diagnosi e daranno avvio al percorso assistenziale finalizzato all’ottenimento del miglior trattamento possibile.Fondamentale è ilcontributo dell’équipe degliAnestesisti Rianimatori, che gestisce le fasi più critiche del paziente con aneurisma cerebrale, supportando le funzioni vitali e garantendo la neuro protezione. L’interazione di tali figure professionali è garantita dalla creazione di percorsi assistenziali condivisi ed ormai consolidati presso la realtà ospedaliera.

Inoltre, le tecniche neuroradiologiche interventistiche, ed in particolare l’angiografia cerebrale permettono lo studio e la diagnosi non solo di patologie vascolari cerebrali, quali gli aneurismi o le malformazioni artero-venose cerebrali, ma anche il trattamento dell’ictus cerebrale attraverso la trombolisi, migliorando quindi notevolmente la qualità di vita e la sopravvivenza dei pazienti con ischemia cerebrale.

La tecnologia disponibile presso il Policlinico Riuniti di Foggia, e nello specifico il particolare microscopio robotizzato in grado di eseguire                 l’angiografia, con visualizzazione della pervietà di vasi del cervello durante l’intervento chirurgico, contribuisce notevolmente a rendere più sicuro il trattamento chirurgico di questa complessa e delicata patologia.

1

“Le decisioni circa la migliore opzione di trattamento sono prese collegialmente”-aggiunge il Dott. Antonio Colamaria– “confrontando le rispettive conoscenze e confezionando o customizzando l’opzione di trattamento migliore sul singolo paziente. L’équipe si riunisce con cadenza bisettimanale per discutere dei casi da trattare in regime di elezione ed offre un servizio continuo, mettendo l’alta professionalità delle figure mediche coinvolte al servizio dei pazienti affetti da queste gravi e complesse patologie”.

A ulteriore testimonianza del continuo processo di aggiornamento e crescita tecnologica e professionale della Struttura di Neurochirurgia ospedaliera del Policlinico Riuniti è il 7th Webinar sul “Trattamento degli aneurismicerebrali”, tenutosi negli scorsi giorni, nel corso del qualel’equipe di Neurochirurghi e Neuroradiologi ha illustrato le ultime innovazioni sul trattamento di tale patologia disponibili presso il Policlinico Riuniti di Foggia.

Soddisfazione è stata espressa dal Direttore Generale Dott. VitangeloDattoli.Gli importanti risultati raggiunti evidenziano un momento di  crescita per la Neurochirurgia del Policlinico Riuniti di Foggia, al fine di aumentare la precocità della diagnosi e delle cure e di migliorare l’appropriatezza dei trattamenti, allineandoli agli standard nazionali.Già disponibile un parco tecnologico di ultima generazione, il Policlinico Riuniti di Foggia punta sempre più alla maggiore integrazione funzionale e organica possibile tra Stroke Unit, Neuroradiologia Interventistica con posti letto e Neurochirurgia che permetterà ancor di più di trattare al meglio questa delicata e complessa patologia” – ha concluso il Direttore Generale Dott. Vitangelo Dattoli.