Al via la “Rete dei punti di facilitazione digitale”, presentazione il 16 febbraio presso l’aula consiliare

99

L’Ambito Territoriale di Cerignola si appresta a realizzare la “Rete dei servizi di facilitazione Digitale” finanziata con la misura 1.7.2 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

La strategia e le azioni previste dal progetto saranno illustrate nel corso della conferenza stampa in programma venerdì 16febbraio 2024, a partire dalle 11:30, presso la Sala Consiliare del Comune di Cerignola.

Gestire la propria identità digitale, navigare in rete, riconoscere le fake news, effettuare chiamate o videochiamate, fare acquisti online, utilizzare i propri servizi bancari, l’App IO o accedere all’Anagrafe della Popolazione Residente: sono alcune delle attività che impegneranno i “facilitatori digitali” in tutta Italia grazie alla Rete Nazionale dei Punti di Facilitazione, l’iniziativa promossa dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio per potenziare le competenze e l’inclusione digitale di almeno 2 milioni di cittadini entro il 2026.

Il progetto rientra nella Missione 1 del PNRR ed è destinato a supportare le fasce della popolazione più esposte ai rischi del digital divide culturale che attualmente allontana l’Italia dalla media europea e vede solo il 46% della popolazione in possesso delle competenze digitali di base, a fronte del 54% della media UE.