Cerignola e San Giovanni Rotondo, sorpresi a rubare in area rurale: 8 gli arresti dei Carabinieri.

107

I Carabinieri delle Compagnie di Cerignola e San Giovanni Rotondo,nel corso diservizi straordinari di controllo del territorio condotti nell’intera provincia per scongiurare l’endemico fenomeno dei reati predatori nelle aree rurali, hanno complessivamente tratto in arresto 8 persone ritenuti responsabili di una serie di furti di grossi quantitativi olive.

Nel corso delprimo episodio, verificatosi nei primi giorni dell’anno, i Carabinieri della Stazione di Cerignola e dell’11° Reggimento “Puglia” hanno sorpreso 3 soggetti– poi tradotti agli arresti domiciliari – in piena flagranza di reato, commesso in un terreno privato di proprietà di un Cerignolano, durante il quale sono stati danneggiati numerosi alberi di ulivo.

Analoga vicenda è accaduta il giorno successivo in un terreno privato in località Vecchia Napoli di Cerignola, dove i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno individuato ulteriori tre soggetti – poi tradotti presso la casa circondariale di Foggia -intenti ad asportare un ingente quantitativo di olive.

La consumazione del medesimo reato, con le stesse modalità, è stata accertata anche in località Costarelle di San Giovanni Rotondo, dove i Carabinieri hanno arrestato in flagranza, durante un servizio perlustrativodue soggetti di San Severo, poi tradotti agli arresti domiciliari.

La refurtiva, complessivamente quantificata in più di 4 quintali di olive, è stata restituita dai militari dell’Arma ai legittimi proprietari.

In ultima analisi va precisato che la posizione delle persone arrestate è al momento al vaglio dell’Autorità Giudiziaria e che le stesse non possono essere considerate colpevoli sino alla eventuale pronuncia di una sentenza di condanna definitiva.